Che cosa è un vlog e perchè funziona

Scritto da Antonio Meraglia il 20 febbraio, 2019

Per chi è incuriosito dal video marketing, è impossibile non imbattersi in una delle parole chiave del settore: il vlog. Un po’ come un moderno abracadabra è in grado di aprire le porte del personal branding conquistando una nuova e interessante porzione di target. Ma cosa indica, con esattezza, questo termine? E perché nell’era digitale i vlog sono così efficaci per trasmettere un messaggio?

Che cosa è un vlog?

Come la maggior parte dei neologismi inglesi entrati ormai a fare parte del nostro vocabolario, sono in molti a parlare di vlog e vlogging, ma quasi nessuno sa davvero quale sia l’origine di questi termini.

Il vlog è – come suggerisce il suo stesso nome – un blog sotto forma di video, in una forma di diaristica online che procede per mezzo di riprese. Questa prima definizione ci permette di sottolineare una delle caratteristiche peculiari di questo fenomeno: il suo andamento narrativo. Sia che si tratti dell’unboxing di una scatola di prodotti di bellezza, che della ricetta del tiramisù che del resoconto di un viaggio oltreoceano, il vlog racconta una storia che l’utente trova utile o interessante e lo spinge a continuare la visione.

Il fattore storytelling,, è quello che spinge gli utenti di YouTube ad iscriversi ad un canale nella speranza di vedere altri video simili, nonché la prima forza del vlog: quella di fidelizzare lo spettatore con una narrazione accattivante e sincera.

Quindi, come mai il vlog ha così tanto successo? Prima di tutto, perchè è vero. Infatti, in questo tipo di video il montaggio è molto semplice e gli effetti speciali audio e video sono ridotti all’osso, se non eliminati del tutto. La ragione non è la mancanza di mezzi, ma anzi il desiderio di mostrarsi senza filtri, raccontandosi in modo onesto e sincero. Ed è proprio questa trasparenza ad essere premiata dallo spettatore, che in questo modo è inconsciamente più portato a prestare fiducia alle parole del vlogger.

Inoltre, è immediato: basta una piccola telecamera – in alcuni casi perfino un cellulare – per girare un video, per cui non servono grandi preamboli iniziali. I vlog di maggiore successo sono quelli che vanno subito al sodo, mostrando nel giro dei primi 12 secondi – il tempo di attenzione media – i contenuti ricercati dall’utente.

Come fare un vlog

Quando le persone mi chiedono come creare un videoclip online, i più si aspettano che risponda che sono necessarie tecnologie all’avanguardia e un notevole dispendio di risorse… ma non è così.

Per girare un video di breve durata ci si può servire anche della telecamera del proprio smartphone e tablet, a condizione di essersi assicurati che la qualità della ripresa e la registrazione dell’audio siano adeguate: un vlog che fin dalle prime immagini sembri amatoriale non soltanto non sarà oggetto di condivisione, ma sarà anche chiuso in fretta dall’utente.

Una volta che ci si è procurati dell’attrezzatura necessaria, non cominciate a riprendere la prima cosa che vi capita davanti: i vlog devono sembrare spontanei, ma hanno bisogno di pianificazione. Per questo, cura la luce e lo sfondo del video, cercando di renderli adeguati all’argomento del tuo vlog. Se ad esempio vuoi parlare di libri, una buona idea potrebbe essere quella di girare seduto alla scrivania o davanti ad uno scaffale ben ordinato. Nel caso di un vlog di ricette, la cucina è senz’altro il setting ideale.

Vlog di successo

In realtà è impossibile creare a tavolino un vlog di successo, così come per qualsiasi scrittore è impossibile prevedere come rendere il proprio romanzo un bestseller. Tuttavia, esistono dei trucchi che possono contribuire alla realizzazione un video di qualità:

  • Individua una nicchia di utenti specifica: chi ti segue deve individuare una coerenza nel genere di video postati. Se lo farai, la tua community crescerà e premierà il tuo lavoro.
  • Scegli un tema e sii coerente: decidi all’inizio che tipo di contenuti vuoi proporre ai tuoi follower e crea una serie di video originali e freschi nei contenuti, ma caratterizzati tutti da una stessa tematica. Lasciati guidare dai tuoi interessi: sei appassionato di viaggi? Documenta le tue avventure con una serie di video girati sul posto. Se hai una vita un po’ meno avventurosa non disperare: puoi girare vlog anche da casa tua, proponendo unboxing e recensioni di libri, videogiochi o prodotti di bellezza.