Quale attrezzatura usare per fare video top?

Scritto da Antonio Meraglia il 03 giugno, 2020

Realizzare un buon video non è semplice, ma se hai l’attrezzatura giusta avrai certamente meno problemi. Ti spiego quali sono gli strumenti fondamentali da utilizzare a seconda del video che intendi produrre.

Attrezzatura per fare video e giudizio del pubblico

In questo post non entrerò nel merito dei contenuti veicolati nel video e delle strategie sottostanti, mentre mi soffermerò sulla loro parte tecnica e sugli strumenti per realizzarli.

Ma prima devo fare delle doverose premesse.

Non tutti i video sono uguali, ci sono innumerevoli tipologie. Per fare un paragone, parlare di video è come parlare di cibo, ci sono diversi ingredienti, tipi di cotture e combinazioni.

Dunque, tornando ai video, occorre imparare a distinguere i canali su cui vengono trasmessi, il tipo di utilizzo e qual è il loro scopo. Possiamo utilizzare un video per: informare, formare, promuovere o intrattenere.

Se non si può giudicare il tipo di contenuto, non conoscendone chiaramente strategia e scopo, è possibile comunque valutarne gli aspetti tecnici. Ormai qualsiasi video dovrebbe avere requisiti tecnici perfetti perché la tecnologia a nostra disposizione ce lo consente.

I requisiti tecnici indiscutibili per un buon video sono:

  • qualità dell’audio;
  • qualità del video;
  • inquadratura;
  • fotografia e montaggio.

Dovrebbero essere perfetti, a prescindere dal canale su cui vengono trasmessi, che si tratti di una prima serata Rai o la tua pagina Facebook. E adesso ti spiego il perché.

L’utente, chi vede il tuo prodotto video, non è in grado di capire che cosa tecnicamente nel tuo video funziona o non funziona. Ma certamente è in grado di capire se il video gli piace oppure no e se qualcosa di tecnico non dovesse funzionare lo percepisce come un elemento di disturbo che può convincerlo ad abbandonare la visione. Il video deve essere gradevole alla vista e all’udito del pubblico, che non è tenuto a capire cosa ci sia dietro tecnicamente ma deve percepirne l’armonia.

Per ogni video la sua attrezzatura

Se, per esempio, fai un live su Facebook o su YouTube per la tua azienda o per promuovere un corso o un servizio, per ottenere un buon risultato dal punto di vista tecnico occorrono dunque le giuste attrezzature.

Attrezzature che possono andare bene per un live non è detto possano andare bene per tutti gli altri tipi di video.

Per fare un altro esempio, se vuoi produrre un video corso, ti occorre un computer per registrare le slide, un sistema per registrare la tua voce e probabilmente anche il tuo volto.

Come vedi parlo comunque di video, ma ogni utilizzo richiede l’attrezzatura appropriata. Con gli strumenti utilizzati per produrre un corso NON possiamo fare video live e viceversa. Se ti doti di un kit di attrezzature “buon per tutto” decidi consapevolmente di correre il rischio dell’abbandono da parte del pubblico, soprattutto se non possiedi conoscenze tecniche.

É vero che per realizzare un progetto NON bisogna mai partire dagli strumenti, ma una volta definita la tipologia di progetto è importante che per produrre il video vengano utilizzate le giuste attrezzature.

Per questa ragione voglio darti 3 dritte per realizzare 3 tipologie diverse di video.

Attrezzatura video per intervista

Partiamo dal kit di base per le video interviste:

  • un microfono;
  • una telecamera;
  • un computer per effettuare il montaggio video.

Se però utilizzi due microfoni e due telecamere, nel caso di un intervistatore e un ospite, puoi già riuscire ad ottenere qualcosa di più creativo impiegando anche meno tempo.

L’intervista, poi, potrebbe essere realizzata in tanti modi:

  • una telecamera frontale con una persona a sinistra e uno a destra, e in questo caso potremmo avere un’inquadratura larga fissa con un microfono lavalier (il microfono che si aggancia alla giacca, per intenderci) a testa, evitando il passaggio del microfono “gelato”, che evoca un po’ troppo un vecchio stile anni “60;
  • con due telecamere potrai usarne una per l’inquadratura larga di entrambi i soggetti e l’altra puntata solo sull’intervistato, combinando bene in fase di montaggio le riprese delle due camere alternando in base al dialogo.

Attenzione, per un buon risultato non ti occorrono particolari telecamere, è sufficiente anche solo uno smartphone di buona qualità, un cavalletto per sostenerlo e, importantissima, una buona inquadratura.

Per fare un buon lavoro occorrono:

  • una telecamera full HD con ingresso audio, o in alternativa un registratore audio;
  • due microfoni lavalier, sconsiglio sempre il microfono ambientale;
  • un piccolo mixer audio per miscelare i due microfoni;
  • uno stativo per telecamera;
  • registrazione in un ambiente luminoso.

Con questi “ingredienti” anche se non hai competenze tecniche, puoi sicuramente fare un buon lavoro.

Kit Youtuber

Devi fare particolare attenzione alle registrazione di video da pubblicare su YouTube, perché pur semplici che sono, spesso nascondono numerose insidie che possono compromettere i sacrifici fatti.

Per realizzare ottimi video su YouTube devi avere:

  • un buon set composto da un minimo di scenografia, con un fondale possibilmente non banale; cerca di calcolare la distanza almeno un metro tra te e lo sfondo in modo da non creare l’ombra alle tue spalle;
  • tre o quattro softbox che ti illuminino dai lati e frontalmente, minimo 50W ciascuno e sistemati più in alto possibile per evitare di accecarti;
  • una buona telecamera con l’ingresso audio e con ottica luminosa, questo ti permette anche di avere una buona profondità; in questo caso a meno non sia proprio indispensabile, sconsiglio uno smartphone ma solo per una questione di ottica;
  • un microfono lavalier, che è molto meglio di uno direzionale che, se non hai insonorizzato bene l’ambiente, potrebbe far sentire molto il rimbombo della voce.

Ricordati che il soggetto in un video del genere sei tu, che stai parlando e comunicando al tuo target e se metti un microfono “patacca” grosso davanti (come si usa fare ora) la gente tenderà a guardare il microfono e non te che dovresti essere più importante. Non trovi?

Video in diretta Facebook

Per fare dei buoni video live su Facebook la cosa più importante, quella che viene prima di ogni cosa, è accertarsi di avere una buona connessione Internet, senza di questa il risultato sarebbe molto limitato.

Gli altri due elementi necessari sono:

  • una webcam;
  • un microfono che non catturi l’ambiente.

In questo caso siccome la tecnologia che solitamente andiamo ad utilizzare è la webrtc, anche se trasmettiamo un segnale con molta definizione, con molte probabilità ciò che tutti vedranno è una definizione bassa.

È un limite tecnico dato dal tipo di tecnologia che pur di trasmettere in tempo reale compromette la qualità del video.

L’effetto è diverso se utilizziamo tecnologia live streaming broadcasting. Ciò che ti consiglio è:

  • una webcam usb, anche la peggiore di quelle oggi in circolazione fa ottime riprese live;
  • un adattatore usb con ingresso audio, questo ci permette di connettere un microfono lavalier senza far disattivare l’audio dagli altoparlanti del nostro computer;
  • un microfono lavalier.

E mi raccomando! Posizionati in un ambiente luminoso e guarda dritto in webcam!